Instagram

Instagram

mercoledì 21 settembre 2016

LA 3^ GUERRA MONDIALE "MUSSOLINI BUSH E I NAZIONALISTI ISLAMICI" CIRCOLO CULTURALE IL CONSERVATORIO

Sabato 24 settembre ore 19.00
 


CIRCOLO CULTURALE IL CONSERVATORIO
 
Civitavecchia Via Alessandro Annibale Lesen n. 10/12
 
Prof. Livio Spinelli
 
LA 3^ GUERRA MONDIALE
 
"MUSSOLINI BUSH E I NAZIONALISTI ISLAMICI"
Casa Editrice Pagine, editore Lucarini collana Libri del Borghese.
 
         Con le parole di PAPA FRANCESCO: “Siamo, in guerra è una terza guerra mondiale economica” il prof. Livio Spinelli, con dovizia di particolari e documenti inediti, illustrerà le radici delle guerre che stanno incendiando il Medioriente e Nord Africa, a seguito degli interventi del Presidente Bush e Tony Blair, fino  all’impegno diretto della Russia in Siria.
            Una carrellata storica a partire dall’anniversario della Marcia su Roma, quando Mussolini si fermò a Civitavecchia e Santa Marinella,  la città dove nel dopoguerra Re Farouk d’Egitto trascorse il dorato esilio all’Hotel Villa delle Palme, assediato da giornalisti di tutto il mondo, con le sue conferenze stampa di fuoco contro Nasser che lo aveva spodestato.
            Si parlerà del mistero di Gheddafi che abitava a Santa Marinella e frequentava la Scuola di Guerra di Civitavecchia.
            Il volume riporta in copertina l’immagine di Mussolini che impugna la Spada dell’Islam, donatagli in Libia da 2000 cavalieri Berberi che lo proclamarono difensore dell’Islam. A quel tempo gli arabi riponevano le loro speranze nell’Italia e soprannominarono Mussolini Mosè del Nilo. Nel 1938 in occasione della visita di Mussolini, Hitler e il Re d’Italia a Santa Marinella, ci fu anche il più grande convegno di nobili mussulmani dell’Africa e Medioriente. Un capitolo è dedicato ai MARTIRI che si fanno saltare in aria, all’intervento di Putin in Siria, alle profezie degli ultimi tempi, e il prof. Spinelli conclude: “Ero stato invitato a Gerusalemme e a Betlemme, a Messa con Arafat la notte di Natale, per organizzare nel 2000 il torneo mondiale della Pace, ignaro che invece si stesse approssimando l’Armageddon.”

lunedì 12 settembre 2016

Suor Margherita Marchione "AVVOCATA DI PIO XII: LA MIA ULTIMA CROCIATA" - Roma Palazzo Ferrajoli - Jubilaeum Exhibiton

COMUNICATO STAMPA
ROMA, Palazzo Ferrajoli: Giubileo dell’Università – Jubilaeum Exhibition
Messaggio di Suor Margherita a Papa Francesco e al Vicario di Roma
Presentato il monumentale volume di 400 pagine
“AVVOCATA DI PAPA PIO XII: LA MIA ULTIMA CROCIATA”
Con una testimonianza di Donna Anita Garibaldi sul salvataggio degli ebrei di Papa Pio XII
Il saluto a Papa Francesco e al suo Vicario S.E. Card. Vallini, di Suor Margherita Marchione Mpf., in collegamento dagli Stati Uniti d’America, ha aperto il convegno per la presentazione del suo monumentale volume di oltre 400 pagine “Avvocata di Papa Pio XII: la mia ultima Crociata” a cura del prof. Livio Spinelli, in una gremita sala di Palazzo Ferrajoli, a piazza Colonna, nel cuore di Roma, nell’ambito di una serie di eventi culturali a corredo del Giubileo dell’Università e del Jubilaeum Exhibition,, per l’occasione è stata allestita la bellissima mostra fotografica: “IL GIUBILEO IN BIANCO E NERO - il Grande Giubileo del 1950 nei servizi fotografici vaticani” curata dal dott. Giovanni Cipriani del Centro per la Promozione del Libro, dove si vede anche come vestivano i nostri padri, i nostri nonni, le nostre nonne che venivano a Roma.  Questo Volume uscito negli Stati Uniti col titolo “Defender of Pius XII: my last crusade” rappresenta la summa della Vita di Suor Margherita che da molto tempo si batte per la beatificazione del Venerale Pio XII e alla veneranda età di 95 anni afferma “ NON MUOIO SE NON VEDO PIO XII FATTO SANTO” e si appella all’URBE con la sua LETTERA AI ROMANI, chiedendo che venga realizzato il Museo in memoria di Pio XII, al quale il Comune conferì il titolo di DEFENSOR CIVITATIS.
Nel corso del Convegno il prof. Spinelli, editor e traduttore del volume in italiano, in versione stampa ed eBook, è stato coadiuvato dall’artista Ombretta del Monte che ha letto alcuni brani, in particolare il viaggio di Suor Margherita a Gerusalemme per pregare sotto l’immagine di Papa Pio XII a Yad Vashem e chiedere al Direttore di cambiare la didascalia della foto – la copertina del libro mostra infatti la sua foto al Museo dell’Olocausto. Il volume contiene una straordinaria raccolta di foto e documenti storici inediti, e le testimonianze delle tante famiglie ebree che furono salvate a Roma in Vaticano, nei conventi e monasteri, fra i quali il Convento di via delle Botteghe Oscure delle Maestre Pie Filippini. E’ poi intervenuta Donna Anita Garibaldi, che ha raccontato quando fu battezzata in San Pietro da Papa Pio XII e suo padre Gen. Ezio Garibaldi, il quale durante la guerra era in contatto diretto con Papa Pio XII per il trasporto e il salvataggio degli ebrei in Vaticano. Ha concluso i lavori l’Avv. Rotale Emilio Artiglieri, Presidente del Comitato Papa Pacelli, che ha  dato appuntamento ai presenti al 15 ottobre, per la messa annuale nelle grotte vaticane in memoria di Pio XII.
Nelle foto: il prof. Livio Spinelli, l'artista Ombretta Del Monte Donna Anita Garibaldi, la copertina del volume di Suor Margherita Marchione.



Donna Anita Garibaldi




Dott. Gianni Letta
 






Avvocato Rotale Emilio Artiglieri Presidente del Comitato Papa Pacelli

Regista Dontella Baglivo



























domenica 11 settembre 2016

Matrimonio - Casamento Marco RUSPOLI MISASI e Fabiana RONDON ARAUJO PRETI - ITALIA - Chiesa S.Maria Collegiata (Vignanello)

VIGNANELLO - Fiori d'arancio in casa Ruspoli: ieri pomeriggio Marco Ruspoli Misasi e Fabiana Rondon Araujo Preti si sono sposati nella chiesa Collegiata in piazza della Repubblica, prima di ricevere gli oltre 600 invitati, tra parenti e amici, nel castello di famiglia.
Lui, Marco, discendente della famiglia principesca Ruspoli, figlio di Giada Ruspoli e cugino dell'attuale principe Francesco Ruspoli, si occupa di comunicazione ed è titolare della Misasi Comunicaoes in Brasile. Lei, Fabiana, nipote e figlia di personaggi di spicco a livello internazionale, tra cui il bisnonno maresciallo Rondon che prese parte alla realizzazione di una linea telegrafica lunga 4mila e 500 chilometri, è una nota pittrice. Lo sposo indossava un completo a due bottoni carta da zucchero, mentre la sposa aveva un tradizionale abito bianco, con generosa scolaltura e lungo strascico.
Ieri la cerimonia, con tanto di sbandieratori, che hja estasiato tutto il paese, in fermento da giorni. Il matrimonio Ruspoli, inoltre, ha fatto la gioia degli operatori turistici della Tuscia, dato che a palazzo posto per tutti gli invitati non c'era e molti di loro hanno fatto registrare il sold out alle strutture ricettive del Viterbese.