Instagram

Instagram

sabato 12 aprile 2014

Una GRANDE MOSTRA DI PITTURA E FUMETTISTICA a Santa Marinella - (ROMA) 17 - 25 aprile 2014



SANTA MARINELLA VIVA - ONLUS
 Pasqua nella Perla del Tirreno

Per le prossime festività di Pasqua,  col Patrocinio gratuito del Comune di Santa Marinella, sarà allestita una mostra di Pittura e disegno fumettistico  in Via Aurelia 351 (semaforo stazione FS) dal pomeriggio di giovedì  17 aprile fino a tutta domenica 20 aprile. Un vero e proprio incrocio di stili diversi, dove esporranno gli artisti: Ombretta Del Monte già vincitrice di numerosi Premi tra i quali il Premio di Pittura Penisola Sorrentina e la partecipazione alla Biennale di Venezia, Federica Salfo disegnatrice della Walt Disney e docente della Scuola Internazionale Comics di Fumetti a Roma e il giovane emergente Stefano Mancin di 23 ann, specializzato nei disegni dei fumetti Marwel il quale ha frequentato la scuola romana di fumetti, ed infine - con immenso onore - la pittrice olandese Irene Meuldijk la quale si ispira nei suoi dipinti ai paesaggi della magnifica Olanda.
Questa prima mostra dedicata alla pittura e al disegno fumettistico vuole essere di auspicio affinché in futuro si possa concedere sempre più visibilità agli artisti locali e non, per diffondere il meraviglioso mondo dell’arte e lanciare i nuovi giovani dandogli la visibilità che meritano. La nostra associazione ha voluto dare spazio al giovane Mancin con tre madrine di eccezione come la Del Monte, la Salfo e la Meuldijk, artiste già affermate.
La mattina del 15 aprile – dopo una lezione a scuola con la docente Federica Salfo – gli studenti dell’Istituto Comprensivo incontreranno tutti gli artisti presso la location della mostra, dove  Emanuela Cianflone condurrà l’intervista agli artisti e il dibattito con gli studenti.
Un particolare ringraziamento va al Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo di Santa Marinella prof.ssa Dilva Boem e agli studenti delle classi III A - C - E che esporranno i propri magnifici disegni, realizzati nell'ambito del progetto CLIL-ART  "Insegnamento di Educazione Artistica in lingua inglese", coordinato dalla prof.ssa Rita Tufoni e dalla prof.ssa Forcinella, ispirati al pittore Vincent van Gogh, nell'ambito del gemellaggio tra l'Istituto Comprensivo di Santa Marinella e il College Dr Nassau di Assen, nonché gli aquiloni costruiti e decorati in Olanda dagli studenti santamarinellesi lo scorso mese di marzo.
Per l’occasione saranno presenti per un saluto il Sindaco Roberto Bacheca, il Consigliere Delegato al Turismo Alessio Marcozzi e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Rosanna Cucciniello.
Infine il 18 aprile pomeriggio interverrà alla mostra il Presidente dell’Accademia Costantina per rendere omaggio agli artisti.  La presidente Sonia Signoracci rivolge un particolare ringraziamento al sindaco Roberto Bacheca per l’attenzione che sempre ha riservato all’Associazione Santa Marinella Viva Onlus nei vari progetti presentati.  All’iniziativa collaborano Gualtiero Signoracci, Roberto Sinopoli, Mirella Ferazzani, Concetta Scancella, Carla Tasselli, Daniele Padelletti, Paola Astori e il prof. Livio Spinelli.






mercoledì 9 aprile 2014

IL MIO MAESTRO - Santa Marinella - oggi il funerale del Maestro CANTELLA, MITICO INSEGNANTE DELLA SCUOLA ELEMENTARE CENTRO


IL MIO MAESTRO
di Livio Spinelli

 
Sono passati tanti anni dal tempo che frequentavamo le scuole elementari centro di Santa Marinella quando il Maestro o la Maestra erano come la mamma o il babbo e non te li dimenticavi più per tutta la vita, infatti noi - suoi alunni - il Maestro Cantella non ce lo siamo mai dimenticati. Quattro lunghissimi anni passati insieme a lui, gli anni più belli dell’infanzia. Andavamo contenti a scuola perché il Maestro Cantella era un Maestro buono, aveva fatto la guerra, era stato prigioniero e aveva sofferto nei campi di lavoro, amava la cultura, sapeva tutto, in classe portava il suo violino e noi ascoltavamo incantati mentre suonava, e poi era maestro di canto, le canzoni che imparammo non le ho mai dimenticate, mi pare ancora di risentirle. Imparare la matematica con lui era un gioco. In classe portava la radio, una volta a settimana ci faceva ascoltare le trasmissioni di RADIO SCUOLA e facevamo i concorsi di disegno ascoltando le istruzioni che dava la radio. Ci fece abbonare al Corriere dei Piccoli e ogni settimana facevamo lezione divertendoci e imparando. Per insegnarci la geografia ci fece costruire una carta dell’Italia col compensato, ciascuno di noi alunni doveva usare il traforo per intagliare le regioni che poi andavano a incastrasi con le altre. Da qualche parte conservo ancora un articolo di giornale quando la Cassa di Risparmio di Civitavecchia donava dei libretti con un piccolo deposito di 1000 lire, ancora ricordo la felicità del Maestro Cantella quando una mattina entrando in classe ci annunciò che tre dei suoi alunni, in base ai voti avrebbero ricevuto quei libretti; io insieme a Francesco e Riccardo ero uno di quei tre. Su quel libretto continuai a depositare i miei risparmi fino a quando mi sposai. Ricordo quando in classe nostra arrivava il Cardinale Tisserant a farci lezione di Religione perché a quei tempi anche i Cardinali insegnavano religione a scuola. Non c’erano gli insegnanti di sostegno, non c’erano laboratori, alla scuola elementare di Santa Marinella eravamo veramente tutti uguali, compresi i figli del Principe Odescalchi e i tanti figli di ufficiali americani, non c'erano tre maestre, c'era solo lui, il Maestro Cantella: e per noi era tutto. Altri tempi. Ma il ricordo più bello fu la gita che facemmo a Roma col Maestro Cantella e i miei compagni al termine della quinta classe. Fu un viaggio indimenticabile ci portò a San Pietro, all’Eur, al Colosseo, all’altare della Patria e a Villa Borghese e questo fu il modo con cui il nostro Maestro ci diede l’addio a noi che andavamo alle scuole medie e verso il futuro.  A via Flaminia Odescalchi vicino la Chiesa dove oggi ci sarà l’ultimo saluto, c’è una fila lunghissima di grandi alberi che arrivano fino al mare, sono proprio quegli alberelli che una volta piantammo col Maestro Cantella tanti anni fa quando in Italia le scuole festeggiavano il giorno dell’albero, addio Signor Maestro. 
 


martedì 1 aprile 2014